Certificazione diamanti: scopri il vero valore che hanno

Home / Certificazione diamanti: scopri il vero valore che hanno

diamanti certificati

La certificazione dei diamanti è un’attività tanto delicata quanto importante per questo tipo di gemme preziose. Dal momento che il valore dei diamanti è notevolmente alto, è fondamentale che i diamanti siano certificati da istituti riconosciuti, sicuri e comprovati dagli esperti del settore in maniera inequivocabile.

Non a caso i diamanti sono tra gli elementi più preziosi presenti sulla terra. Un tempo utilizzati perlopiù come strumenti di incisione, vista la loro forte resistenza, ad oggi rappresentano un bene di grande valore, non solo come gioiello da indossare, ma anche come fonte di investimento.

Che si tratti di un ‘diamante gioiello’ o di un ‘diamante da investimento’, è importante possedere un certificato valido, rilasciato unicamente da istituti competenti, che ne attesti tutte le sue caratteristiche.

La certificazione dei diamanti: un documento importante per la vendita

La certificazione dei diamanti è una sorta di ‘carta d’identità’ di tali gemme.
Questo documento identificativo ha una validità di cinque/dieci anni e viene rilasciato da istituti specializzati, ovvero dall’Istituto Gemmologico Italiano (chiamato più semplicemente IGI), dal Gemological Institute of America (l’istituto americano GIA) e dall’alto consiglio del diamante HRD Antwerp.

  • – HRD (Alto Consiglio del Diamante). È un istituto gemmologico che si trova ad Anversa (capitale europea dei diamanti). Esistono tre tipologie di certificato HRD: il primo ne prova l’autenticità, per evitare che si tratti d’imitazioni o di diamanti sintetici. Il secondo prevede un approfondimento su tutto ciò che riguarda colore, peso e purezza. Il terzo invece è un certificato che oltre a fornire le indicazioni sulle 4C presenta anche un grafico con le inclusioni, la loro grandezza e posizione.
  • – IGI (Istituto Gemmologico Internazionale). È tra gli istituti più importanti, si trova ad Anversa e nelle altre città dove si trovano le Borse dei Diamanti. Circa 400mila pietre ogni anno ottengono un certificato IGI e questo istituto offre gli stessi servizi offerti dall’HRD e dal GIA.
  • – GIA (Istituto Gemmologico Americano). Il certificato GIA ha valenza internazionale ed ritenuto il più prestigioso al mondo. È l’istituto che per primo ha creato la scala del colore e della purezza poi adottati anche dagli altri istituti.

Nei certificati di questi istituti si specifica prima di tutto – oltre ovviamente alla data della valutazione – il report number della pietra preziosa esaminata.

Successivamente, vengono descritte tutte le caratteristiche relative, così come la forma, la massa, la dimensione, il grado di colore, quello della purezza, le proporzioni, la finitura, la simmetria, la cintura, l’apice e la fluorescenza, ovvero l’emissione visibile della luce nel momento in cui sono esposti ai raggi ultravioletti.

In pratica, in ogni certificato è riportato, in maniera dettagliata e minuziosa, tutto quello che riguarda il diamante, in modo tale che ogni documentazione sia unica ed esclusiva.

Come si riconosce il valore dei diamanti

Certificati da istituti gemmologici riconosciuti a livello mondiale, i diamanti hanno una loro quotazione pubblicata ufficialmente. Di conseguenza, il prezzo dei diamanti non è ‘stabile’, ma dipende dai valori di mercato. Anche per questo motivo può essere indicato come forma di investimento.

In pratica, oltre alla possibilità di fare un bellissimo regalo, si tratta di un vero e proprio investimento a lungo termine (d’altronde “un diamante è per sempre”).

Anche la vendita dei diamanti, così come il loro acquisto, è molto importante che avvenga senza dimenticare i certificati gemmologici ufficiali, senza i quali si rischia di incappare nei cosiddetti ‘falsi d’autore’.

Per tale ragione, il certificato ufficiale del diamante risulta ancora di più uno strumento indispensabile per riconoscere un diamante di valore.

Come controllare il certificato di un diamante?

Semplice, basta scrivere il codice univoco, che si trova sul blister del diamante o anche sul certificato cartaceo, direttamente nella casella report sul sito Internet dell’istituto gemmologico (IGI, GIA o HRD) che lo ha rilasciato. Una volta compiuti questi passaggi e avviata la ricerca apparirà la ‘carta d’identità’ del diamante.

Invece, per verificare il valore del diamante, conoscendo tutte le sue caratteristiche, è necessario verificare nell’apposita tabella ‘Rapaport Diamond Report’ il dato corrispondente.

Il diamante, quindi, essendo una pietra molto preziosa, la cui valutazione nel corso degli anni ha registrato un graduale e costante aumento, si attesta senza ombra di dubbio come un ottimo investimento.

certificazione diamanti

Esperienza e professionalità al vostro servizio

Tuttavia, per non incappare facilmente nelle truffe, affidatevi all’esperienza di Banco Diamanti che vi aiuterà nel controllo del certificato in vostro possesso o vi riuscirà a fornire una certificazione valida, rilasciata unicamente da parte di un istituto gemmologico ufficiale.
Inoltre attraverso le opportune analisi, potremo determinare il valore reale del diamante e ad offrire un prezzo equo in linea con il mercato nazionale e internazionale.

 

Accetto il trattamento dei miei dati personali Privacy policy

WhatsApp Contattaci