Diamanti al carato

Conoscere qual è l’esatto prezzo dei diamanti al carato è un aspetto fondamentale per chi vuole procedere con la quotazione di tali beni rifugio in previsione di una futura vendita. Il valore al carato non dipende esclusivamente dal peso di un diamante, ma anche da colore, purezza e taglio oltre che da una serie di altri fattori che possono incidere significativamente sul prezzo finale (es: simmetria, fluorescenza…). Scopriamo insieme come si stabilisce il prezzo del diamante al carato e i consigli utili per avere una valutazione affidabile.

Da cosa dipende il prezzo al carato

Il carato è l’unità di misura del peso dei diamanti: un carato corrisponde a 0,2 grammi. La valutazione di un diamante tiene sempre in considerazione le cosiddette 4C (carato, colore, purezza e taglio), quindi, oltre al peso occorre considerare anche colore, purezza e taglio. L’individuazione delle 4C consente di posizionarsi correttamente sul listino Rapaport per trovare il prezzo corrispondente al carato del diamante oggetto della valutazione.

Va però detto che il listino Rapaport è solo un punto di riferimento internazionale per la valutazione dei diamanti certificati GIA con triplo excellent, senza fluorescenza e non si può utilizzare tale listino per i diamanti con taglio antico oppure con diamanti con proporzioni non ottimali. Inoltre il listino Rapaport da un’indicazione di prezzo dal quale si applicano degli sconti a volte anche molto importanti.

Questo innanzitutto perché ad oggi un privato può acquistare un diamante anche con uno sconto di -30/-40% dal listino Rapaport, quindi spesso quando rivende si trova delle valutazioni al -50/-60/-70%. Quanto detto è solamente un esempio che permetti di capire come sia molto complicato stimare dei prezzi reali e di come sia opportuno affidarsi a degli esperti.

Esempi di valutazione di diamanti al carato

Nel rispetto degli standard definiti dal listino Rapaport, che contiene tutte le informazioni utili per investitori e venditori di questo settore, ogni diamante in base al suo peso rientra in una determinata fascia di prezzo. La quotazione dei diamanti non è proporzionale al peso e dipende da diversi fattori.

Quotazioni di qualità

Valutare nel modo corretto i diamanti al carato è, quindi, un processo non semplice in cui intervengono molteplici fattori che solo esperti gemmologi sono in grado di far emergere nel modo corretto per una quotazione equa dei beni. Inoltre, è necessario saper interpretare le indicazioni del listino Rapaport per individuare la corretta fascia di prezzo e non incorrere in svalutazioni.

Da Banco Diamanti potrete trovare un porto sicuro in cui richiedere una quotazione e un incontro in sede, insieme al team di esperti. Il servizio di consulenza è gratuito e può essere effettuato anche in caso di diamanti non certificati.

WhatsApp Contattaci